Ai canapi di partenza, inizia il Carnevale


Tutto è pronto perché dal prossimo 31 gennaio possiate vivere uno dei dieci Carnevali più belli d’Italia: un carnevale storico con tutti i suoi giochi e simboli che servono a far vivere il rovescio del quotidiano così da diventare tutti attori del carnevale.


A Ronciglione, il suono del “campanone” che annuncia la festa, la con­segna delle chiavi del paese a Re Carnevale, le corse dei barberi, il saltarello, i carri allegorici, il rituale della morte di Carnevale con la “moccolata” finale, mascherate come i “saracari” (maschere che portano appeso a una canna un puzzolente saraco), sono tutti elementi pa­radigmatici che ritroviamo già nell’antica festa rinascimentale.

Oggi più che mai occorre conservare questa tipicità del nostro Carnevale che lo rende diverso, unico, riconosciuto in tutta Italia, con richiami turistici di non poco conto; così si sta lavorando per riportare presto il gioco storico della corsa dei cavalli barberi, senza fantino, l’evento che ha sempre caratterizzato questo nostro Carnevale.

Dobbiamo ringraziare anzitutto l’smministrazione comunale che ha promosso seminari e percorsi formativi sulla sicurezza del gioco storico; ringraziare gli Amici del Palio, le scuderie, i cittadini che condividono tutti quei suoni e quelle indimenticabili sensazioni come un’eredità di centinaia di anni di tradizione e senso di appartenenza.

Chi viene a Ronciglione non può dimenticare la cavalcata degli Ussari che guidano i momenti salienti del Carnevale, come non può soffocare lo stupore dinanzi ai cavalli della campagna romana che sfrecciano nella storica corsa per il centro della cittadina.

Oggi questo Carnevale che più che uno spettacolo è una condivisione di gioia, produce ancora cultura realizzando momenti nuovi come il Carnevale della notte dove i giovani mascherati svelano agli altri la propria creatività più sfrenata realizzando nell’allegoria la maschera più originale.

Siamo dunque ormai pronti a far rivivere questo Carnevale che ha un suo proprio spirito di unicità e vuole riappropriarsi a pieno dei suoi simboli: i nasorosso, gli ussari, la corsa dei barberi.

Quello di Ronciglione ha conquistato, non a caso, la qualifica di uno dei dieci Carnevali più significativi d’Italia e a Ronciglione non si viene semplicemente a “vedere” il Carnevale, ma si viene a vivere sensazioni indimenticabili in cui gli ussari e la corsa dei cavalli barberi hanno rappresentato, da sempre, i momenti più esaltanti e coinvolgenti.

Gianni Ginnasi
Segretario Pro Loco Ronciglione

happy wheels 2

volantino-programma_small

Powered by WordPress Popup

19748486_10210324639168712_781726944999947622_n

Powered by WordPress Popup

19748486_10210324639168712_781726944999947622_n

Powered by WordPress Popup